Caso o non caso? Questo è il dilemma…

Come fate a dire che sono tutte coincidenze, io non lo so. Sai quel film “Sliding doors”? Mi piace molto. È un film molto bello che ti fa capire che nulla è una coincidenza. Che il caso non ha questo potere così grande. Se volessi dire la mia, e tanto la dico, IL CASO NON ESISTE. Non esiste e non esisterà mai ma non lo vogliamo accettare ed ammettere perchè siamo ignoranti e perchè non comprendiamo il misterioso intreccio di “casi” che fanno accadere ciò che accade tutti i giorni. Allochiamo al caso le responsabilità, le azioni e gli avvenimenti che non riusciamo a spiegarci. E questo, per l’ennesima volta, ti dimostra quanto siamo piccoli e quanto poco sappiamo di quello che gira intorno a noi. Facciamo tanto i fighi, ma poi ritorniamo a sbattere contro l’angolo nel quale dovremmo stare, buoni buoni. Ieri sera avevo un grande problema: Anna, la signora che viene a fare le pulizie da me due volte al mese per 3 ore alla volta, doveva venire da me oggi. Io, già da un pò, perchè ormai ce la faccio da sola, avevo intenzione di dirle che non avevo più bisogno di lei perchè il tendine mi era andato a posto e non andavo più in giro in stampelle, ma continuavo a farla venire perché mi dispiaceva toglierle pure quei pochi euro al mese che le davo. Pensavo che ne avesse bisogno e che sarei stata una gran carogna a fare una cosa del genere a lei che ha famiglia e tutto il resto, soprattutto perché è egiziana e donna. Così, dato che mi sentivo in colpa per non prenderla a lavorare tutte le settimane, le ho trovato pure lavoro in un altro posto dove va due volte la settimana. Beh, sai cosa succede? Succede che lei mi chiama ieri sera e, scusandosi in modo quasi esagerato, dice che lei ha notato che non sembro avere bisogno di lei (poverella, trova sempre tutto praticamente pulito…). Che io mi faccio tutte le pulizie. Che lei mi ringrazia tanto e che non mi dimenticherà mai perché io sono stata la prima signora che l’ha aiutata. Non ho ben capito se mi ricorderà bene o male 🙂 ma mi sono messa a ridere. Continuavo a ridere come una scema. Pensavo che Dio, davvero, vede e provvede quando ne abbiamo bisogno. Anche per le cose cretine come questa. Laura, ogni volta che trovo parcheggio davanti casa e ringrazio Dio a voce alta, oppure ogni volta che ringrazio Dio per tutte le cose più futili che mi succedono senza che io le causi, mi dice che sono esagerata. Che le faccio fare brutta figura davanti ai suoi amici, però, chissà perché, ora lo fa pure lei! 😀 Beh, io ci credo. Io ci credo e basta. Succedono, queste cose, troppo spesso per far finta che non succedono; per ignorarle. Fatto sta che, per me ieri, Dio ha guardato giù e, per l’ennesima volta, dobbiamo ammettere che le cose succedono quando meno te l’aspetti. Perchè ci ho messo una centralina come foto? Perchè, nulla, è casuale, credimi… proprio nulla. E noi non ci siamo ancora resi conto di stare dentro una centralina universale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...