Sò la reggina della cantina…

Drunk Woman Clip Art

E’ una roba davvero simpatica avere un marito musicista. Soprattutto quando si sposano i tuoi parenti e gli chiedono di suonare. Lo devo dire: ha una bella voce. Peccato, però, che non senta il desiderio di comporre, ma solo di fare le cover. Sta giornate e notti intere nello studio a provare, provare, provare (come diceva la figlia della Sandrelli) le canzoni degli altri. Io, dalla prima volta che ho avuto in mano una chitarra, non me la sentivo di suonare altro che quello che sentivo dentro e così, negli anni, ho composto decine di canzoni tutte mie…  😉 Ad ogni modo, oggi, alla radio, hanno passato Vinicio Capossela che cantava “Che cos’è l’amor” e mi è tornato in mente il secondo matrimonio di mia sorella. Si sposò tutta vestita di rosso e, al prete, quasi gli veniva un infarto; ma era così bella e “avvolgente” che la perdonò 🙂 Quel matrimonio è rimasto negli annali dei ricordi della mia famiglia. Soprattutto per il mio exploit “alcolico” condotto, con grande maestria, bisogna ammetterlo, assieme a Eva, la moglie tedesca di mio cugino. Non so perchè, ci misero assieme allo stesso tavolo e là, fu la fine. 🙂 Ci scolammo assieme circa 6 bottiglie di vino 🙂 marò, scorreva così bene quel rosso così corposo e saporito che il padrone dell’agriturismo continuava a portare a tavola… 😀 e, quando Marco iniziò a suonare “Che cos’è l’amor” io iniziai a cantare e ballare come una cubana presa dalla tarantolata mentre Eva mi teneva il tempo. Marò quante risate… Tutti si meravigliano di quanto io riesca a tenere il vino. Ne ho buttati giù di amici uomini, quando ero a Londra, al pub dietro casa mia… Guarda, io bevo, bevo e mi faccio pure venire la ciucca (sempre allegra, neh?, mai quella triste…) ma sono capacissima di guidare (così come feci la sera di quel matrimonio) giù per le curve di Col di Rodi perchè Marco non riusciva a riconoscere la strada (quella zona la conosco come le mie tasche). Però, all’entrata dell’autostrada gli dissi “Mà, ora la strada è dritta, guida tu e fammè durmì, và…” 🙂 e russai lungo tutto il percorso da Sanremo a Milano. Lui disapprova, manco fossi una beona, ma mica lo faccio sempre, no? Anzi. 🙂 Qualche giorno dopo mi arrivò un’email di mio fratello (che non era stato al matrimonio) e che diceva: “Mi hanno detto che tu sei la regina della cantina, toh…!” e nell’allegato c’era la canzone di Capossela… 🙂 vabbè… Così, ascoltando la radio, mi sò messa a canticchiare e ho sorriso al ricordo di quella bella giornata. Subito dopo, però, hanno passato una canzone di Sergio Cammariere (che mi piace moltissimo anche lui perchè mi fa venire sempre in mente il mare d’inverno, con quella sua voce) cantata da Ornella Vanoni; questa qua. La cosa, però, che mi ha colpito di più è quello che la Vanoni dice prima di cantarla: ” Questa canzone non è una preghiera. E’ una, diciamo, è una resa, una resa totale. Ci si può arrendere tutti i giorni. Non c’è bisogno di aspettare l’ultimo giorno.

Ti voglio, mi vuoi
I miei occhi aprirai
Un filo di luce
Come un’alba lontana
E disegnerai un cammino che va
Dalle rovine in alto fino a te
Poserò, poserò questo scudo di ferro
Volerò, volerò in quell’azzurro immenso su di me

Segreti e bugie io li lascerò qui
Guerriero di luce, tutto d’oro e d’argento
E mi arrenderò al tuo amore che dà un’altra vita
Un’altra libertà
Poserò, poserò questo scudo di ferro
Lascerò dietro me il tempo dei pensieri e dormirò
Poserò, poserò questo scudo di ferro
Volerò fino a te che sei l’azzurro immenso su di me

Io, invece, quando l’avevo ascoltata la prima volta, avevo creduto proprio che fosse una preghiera a qualcuno che era morto, pensa te. La frase più bella?  Poserò, poserò questo scudo di ferro Il modo in cui lo canta, mi fa pensare ad una persona stanca di nascondersi e di combattere contro l’amore. Che si arrende, finalmente, lasciando tutte le cose belle circondargli il cuore. Ingenua che sono… Ci vuole coraggio, messa da parte dell’orgoglio, fiducia per fare una cosa del genere. E poi, questa: Lascerò dietro me il tempo dei pensieri e dormirò I pensieri, è vero, non fanno dormire… Se ci si arrende, i pensieri scompaiono, se davvero ci si arrende e finalmente, si potrà dormire tra le braccia di chi si ama, finalmente… Già… Vabbè, e dell’azzurro? Ne vogliamo parlare? No, dai… N’altra volta, và 🙂 lo racconterò quando sarò davanti a uno dei miei tramonti Taggiaschi, magari questa estate, sul terrazzo di casa mia e vedrò quelle stupende linee rosa sposarsi con l’azzurro del mare e il blu del cielo, mentre i gabbiani si inseguono felici nell’aria fresca della sera… La Vanoni la incontrai, un giorno di circa 30 anni fa, a Sanremo. Ero andata in una profumeria in Corso Cavallotti e, puta caso, ti vedo una parruccona arancione che provava i profumi spruzzandoseli in testa (mò si sa perchè sò così tanti e ingrifati! :-)) Io uso solo Chanel N. 5 e non me lo spruzzo in testa come l’acqua fresca perchè, per me che non sono la Vanoni, è uno spreco assurdo, con tutto quello che costa. E poi, mi ti immagini con i capelli che si sò frizzati? Naaaaa 🙂 Me la fece solo una volta, la permanente, una mia amica australiana, quando ero a Londra e sembravo un barboncino con le emorroidi strafottenti… 😦 mai più. Retro-front! La canzone della Vanoni mi ha dato tanto da pensare. Chissà quanta gente c’è, al mondo, che non si arrende. Che non si lascia andare ai propri sentimenti e alle ragioni dell’amore; vuoi per una ragione, vuoi per un’altra. Le cose sarebbero così semplici, se lo si facesse. Stranamente, mi è venuto in mente Padre Ralph di Uccelli di Rovo. Qualcuno mi disse che era stata una storia vera. Che spreco, Signore buono. Quanto spreco d’amore. Quello, sì, che è un peccato; ma chi sono io per dirlo?

Un pensiero riguardo “Sò la reggina della cantina…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...