De Fibonacci sequentiae et antiquam animae

Lo so che non è giusto, Elsa. Scusami, ma proprio non mi andava di rispolverarlo, dopo gli odiatissimi anni di russo all’università. Per studiare il russo, devi sapere bene il latino e io, che venivo dalle ragionerie, tutto sapevo, meno che il latino. Certe cose, le devi fare da giovane perchè, quando il tuo cervello è settato in un certo modo, non puoi proprio farcela a mettercene dentro delle altre, soprattutto quelle che declinano, vero 😉 ? Così come il latino, diciamo che funziona anche la matematica, per me; fino a un certo punto, però. Stamattina Laura è venuta da me, dopo aver parlato con Elsa per farle gli auguri di compleanno, e dice: “La zia è proprio fusa come te, mamma! Mi ha detto che si rilassa facendo le equazioni! Và che tu e la tua amica siete proprio strane! Tu che rompi sempre le palle con la storia di Figonaccio e lei con le equazioni! Amiche davvero, eh? Meno male che a Denise fa schifo la matematica, sennò mica sarebbe stata amica mia…!” Già, Dio li fa e poi li accoppia, si dice 😉 Della matematica, così come diceva sempre la Prof. Simonelli, io prendo solo quello che mi interessa, a parte i 4 e i gli N.C. :-). Stavo attentissima alla storia della matematica, alla spiegazione dei teoremi, alle elucubrazioni (marò, quanto mi piace questa parola) sulle equazioni, le potenze e i calcoli geometrici che mi intrigavano in una maniera pazzesca. La teoria, per me, non aveva nessun segreto. La pratica? Non avevo voglia di applicarla; non mi stimolava e non lo volevo fare. Solo questo. Quando la Simonelli lo capì, si arrese anche lei.. 🙂 Dei matematici famosi, chi più, chi meno, sappiamo qualcosina tutti,  Archimede, Pitagora, Euclide e Cartesio, se ce li nominano, ce li ricordiamo; magari non sappiamo per cosa, ma ce li ricordiamo. A me, quello che è rimasto più impresso è Fibonacci (e non Figonaccio :-), Lala!). Me lo sono sentito nominare, di nuovo, ieri, in un telefilm che mi piace tantissimo: Numb3rs. Tutto si risolve con i numeri, in questa serie. Ieri, il matematico della serie, parla con una ragazza e le spiega come mai, secondo lui, la matematica è ovunque, nell’universo. Prima che lui inizi a parlare, mi viene in mente la cosa che mi aveva fatto amare Fibonacci quando la Simonelli ce lo spiegò. “La matematica è ovunque. Prendi una margherita o un girasole. Se osservi le spirali create dalle serie di petali, noterai che tutte (a parte la prima e la seconda) sono la somma delle due precedenti. Tutte davvero. Praticamente, se inizi con 4 e 5, il terzo numero è 9 e poi viene 14 (9+5) e poi viene 23 (14+9) e così via“. Quando lo spiegai a Laura la prima volta, anni fa, lei cercò di dimenticarlo… 😉 oggi gliel’ho spiegato di nuovo e mi ha detto: “Cheffigata!!”. La amo, la mia piccola, immensa, anima antica, come la chiama Elsa. Beh, quello del film, sai cosa fa? Prende una margherita e cosa dice? Esattamente la stessa cosa! 😦 sono rimasta un pò delusa… Pensavo che la Simonelli fosse una particolare; pensavo che se la fosse inventata lei, lo ammetto… Ma non mi sono depressa. Sono andata a cercare su Google “margherita + Fibonacci” e ti ho trovato questo sito stupendo dove si parla di numeri e biologia e, cosa più bella di tutte, c’è una rosa arancione (che io adoro) e che viene usata per spiegare la spirale logaritmica!! Mattirendiconto?? Si, lo so, sembro una bambina rincretinita, ma lasciamelo fare, dai… Sono rimasta là, fino a notte fonda, a leggere e rileggere tutto quello che questo tizio scrive sulla matematica applicata all’universo e alle cose del mondo, ai volti della gente, al tutto. Laura, potrà pure dire che sò fusa ma io, lo giuro, a volte vado in giro vedo solo numeri. Tutto quadra, guardati intorno. E’ tutto simmetrico, ordinato numericamente e non ce ne accorgiamo. Ogni sacrosanta volta, mi viene in mente Leonardo Fibonacci, che nessuno dei “normali” ricorda nemmeno perchè è stato lui a mettere in sequenza i numeri arabi e a farceli usare (e dimmi niente!!!).  Tutto, con la sua simmetria, è matematica pura. Tutto quadra: le case, i volti (oh, quelli mi intrigano in una maniera assurda). Cerco numeri, segni, simmetrie, prove matematiche ovunque. Le cerco da sempre. Quando guido mi concentro sulle targhe delle auto davanti a me e faccio le somme dei numeri e poi cerco di capire se la posizione delle lettere della targa, nell’alfabeto, è quella dei numeri. Sò pazza? No, dai… Tanto non ho niente altro da fare… Cerco sempre numeri e simmetrie. Le cerco, le mischio e le applico. Il mio cervello è in continuo fermento numerico. Numerologia e matematica? Eccole: la stranezza della sequenza di Fibonacci è data dal fatto che il rapporto tra due termini successivi diminuisce progressivamente, fino ad arrivare all’ultima spirale, per tendere rapidamente al numero 1,61803 (rapporto aureo) io ci faccio la somma (colpa della numerologia :-)) e viene fuori UNO. Alla fine si torna tutti daccapo… Quel sito l’ho messo tra i miei preferiti e ho deciso pure di riportare una frase, bellissima a parer mio, tratta da quel sito:

Anche se non si trova mai una spiegazione universale, lo studio dei fenomeni aurei e delle successione numerica di Fibonacci può essere visto come un nobile esercizio nella ricerca di unità e di rapporti matematici. In fin dei conti, la ricerca era una caratteristica fondamentale della filosofia greca e anima tuttora la scienza moderna.

E’ quello che faccio io da sempre. Ora so perchè lo faccio. Ora so cosa faccio. Mi esercito alla ricerca dell’unità nei rapporti matematici. Già… 😦 Il signore che fa fatto questo sito è magico (come magici sono i numeri, per lui…). Bruno Aguiari, si chiama. E, in home page, ci trovi questa frase troppo simpatica: “

“Dio ha creato i numeri interi, tutto il resto è opera dell’uomo”

Leopold Kronecker (1823-1891)

E’ proprio un bel sito. Ne parlerei per ore ed ore, della magia dei numeri, della casistica, delle possibilità. Guarda questo signore come riesce a farti vedere la simmetria e la matematica in un viso, guarda! E poi mi dici che è tutto casuale? Poi mi dici che non è vero che esiste qualcosa al di sopra di noi? Ma famm ò favor… 😛 Guardando quel viso “sezionato” in analisi matematica, ho deciso di mettere in questo post la foto di mia figlia (scattata qualche giorno fa). Perchè l’ho fatto? Perchè mia figlia è il mio numero perfetto. Mia figlia è il mio risultato eccelso, dato dall’addizione di due anime e due corpi completamente diversi tra di loro. Lei è la prova vivente del rapporto aureo di Fibonacci perchè, io e suo padre, siamo numeri inferiori e lei sembra essere in continua evoluzione numerica. Come se la sequenza fosse in continuo fermento, dentro di lei, da sempre. Ancora da prima che arrivasse da noi. Forse per questo Elsa la chiama “un’anima antica“.

S6300385a

Guarda i suoi occhi. Sembrano venire davvero da lontano. Sembrano sapere cose che tu non potrai sapere mai. Sembrano scandagliare la tua anima e perdonarti per qualsiasi cosa, qualsiasi. Sembrano dirti: “Nun te preoccupà, tanto tutto si mette a posto e io ti voglio bene, così come sei, ora e sempre”.

Si, i numeri sono magici e, per quanto mi riguarda, dopo tutte queste disquisizioni, mi potrai pure dare di nuovo NC, Prof. Simonelli, ovunque tu sia, ma nel mio cuore  1 +1 non fa 2, ma fa LAURA.

5 pensieri riguardo “De Fibonacci sequentiae et antiquam animae

  1. ennò eh… tre post? anzi, tre post più le musichine…

    1) sì belli i programmi con soldati ( sempre un po’ snobbetto) alla scoperta delle tradizioni italiane, molto belli davvero, però preferisco le candid camera di nanni loy 🙂
    2) non mi parlare di matematica. a distanza di decenni vado ancora a ripetizione della matematica delle scuole medie… figurati se posso capire fibonacci… ecchiè? un pilota della 125?
    3) a parte fossati, io e te abbiamo gusti musicali decisamente differenti, pensa che io neanche sapevo che la mannoia e ron fossero cantanti… pensavo fossero un veterinario e una odontoiatra… ah no? so’ cantanti dici? me ne farò una ragione…
    a proposito, anni fa la de sio dovrebbe aver pubblicato un album sulla cui copertina c’è un murales, con degli uomini azzurri, una specie di guerrieri… do you know it? beh… l’ha fatto un “homeless” a che abita vicino casa dei miei 🙂

    "Mi piace"

    1. maccome fai a stare su internet quando l’italia gioca contro quei caterpillar neozelandesi?!?!? eddaiiiii!
      1) 😀 le candid camera di Loy erano troppo belle! 🙂 la settimana scorsa hanno passato quella del bar milanese dove gli attori pucciavano il cornetto nel cappuccino dei clienti…. 🙂
      2) ma guarda che fibonacci non è difficile da capire! forse è il più semplice dei matematici (per me, almeno… ;-)) tu inizia a guardare una conchiglia a spirale e poi capirai…
      3) vediamo un pò… ron e mannoia no? uhm… e allora dimmi tu, a parte il tuo “zio” chi è che vale la pena di ascoltare, chi è che ci dovrebbe arricchire e io aggiorno il prossimo post che sto per pubblicare con una “nota particolare”… 😉

      "Mi piace"

  2. italia in tv – forse non mi sono spiegato bene…
    sacco e fuoco – non so che disco sia, so che il signore che l’ha fatto è un senzatetto che vive vicino alla stazione trastevere; tiene pulito il marciapiede e fece quei bellissimi murales. un giorno passando vicino al suo sgabello, dove accetta qualche piccola offerta, c’era un treppiede con una locandina che pubblicizziva il disco della de sio, in copertina parte del suo murales.
    fibonacci – già guardata. vabbè è tutto ricorrente, ma oltre quello non vado.
    musica – chi è che ci dovrebbe arricchire? mah non so, “arricchire” non so se sia il termine giusto. “emozionare” mi sembra più adatto e comunque è soggettivo… cosa vuoi che ti citi? gli yes, jaco pastorius, pink floyd, fabrizio de andrè, deep purple… 🙂

    "Mi piace"

  3. Il latino era la mia passione. Lex I. Omne corpus perseverare in suo statu quiescendi vel movendi uniformiter in directum nisi quatenus cogitur mutare illum statum a viribus impressis. Lex II. Mutationem motus esse proportionalem vi motrici impressae et fieri secundum lineam rectam qua illa vis imprimitur. Lex III Reactionem semper esse aequalem et contrariam actioni, sive actiones duorum corporum in se mutuo semper esse aequales et dirigi in partes contrarias. (La costruzione non me la ricordo)

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...