Consigli per “raffreddarsi”

In questi giorni, prendo i giro i miei colleghi di brutto. Quando mi trovo sul terrazzo (che farà almeno 65° Celsius all’ombra, anche alle 3 di mattina) durante la pausa pranzo, dico loro: “che freddo, neh?”. Mi guardano strana e sudano ancora di più. 🙂 Al che, mi viene in mente che ho appena pubblicato due post sullo pseudo-deprimente andante e così, tiro fuori il fuoco d’artificio. Oggi ho ricevuto da una mia collega romana una vignetta che, se ancora ci penso, mi fa schiantare dalle risate 😀 😀 e che Ilary del blog “famosedurisate”, secondo me, dovrebbe proprio pubblicare. La cosa più assurda è che ho riso da pazzi quando l’ho letta e poi sono andata in bagno (dove l’aria condizionata che viene sparata a palla in tutto l’ufficio, non c’è) e mi sono detta: “marò, che càver…” e ho rivisto la vignetta nella mia mente e, mentre facevo quello che dovevo fare, sono schiantata a ridere come una pazza, da sola, là, nel gabinetto!! 😀 😀 Mattirendi conto??? Il caldo fa proprio male, credimi! E poi, ho pensato a quello che faccio, da qualche settimana, quando vado a dormire. Giuro che non sono solita farlo, anzi, diciamo che è il primo anno che lo faccio, ma è impossibile non farlo se non hai l’aria condizionata in casa. Beh, ecco quello che succede nella mia camera da letto verso le 11.30, ogni sera. Vado in bagno, mi spoglio, mi faccio la doccia e non mi asciugo. Biotta e ignuda come una verma accaldata che ha fatto appena la doccia, vado in camera. Tiro la zanzariera sul letto che sembra troppo di essere nella camera da letto di “Thè nel deserto” e me la guardo bene da fuori per capire se qualche zanzara è rimasta chiusa dentro. Se è così, la poveretta fa una bruttissima fine immediatamente. Poi mi tuffo sotto la zanzariere e oplà, sul letto! 🙂 Finito? Naaaaa. Negli anni, per sopportare l’afa assurda milanese, mi sono sempre accontentata, nei momenti peggiori (e non erano tanti) di un amico sincero e muto: un ventilatore ultrasilenzioso che, posizionato a metà letto e puntato verso il mio corpo, inizia a diffondere un leggero e piacevole venticello su di me. Sfortunatamente, però, ultimamente, essendo donna che non si accontenta mai, chiedo aiuto al mio nuovo amico di tutte queste notti insonni. Come si dice? Di necessità, virtù, giusto? E’ un amico che mi dà refrigerio, soddisfa la mia voglia insana di frescura e mi fa godere da matti. Lui:

b_0807142659nebulizzatoremanuale

Bello, neh? Che culo, che ho avuto a trovare questa foto, perchè è proprio identico al mio!! La cosa più bella, però, viene ora… 🙂 Qua dentro, non c’è mica solo acqua potabile milanese, sai? Qua dentro, visto che io sò fissata con gli olii essenziali, le cose naturali che fanno bene al corpo e alla mente – più alla mente che al corpo, lo ammetto… 😉 – io ci metto mezzo litro d’acqua, 3 gocce di olio essenziale di vaniglia (che calma e addolcisce), 5 gocce di olio essenziale di bergamotto (che  mette di buon umore) e 15 gocce di olio essenziale di lavanda (che ti fa dormire bene, allontana le zanzare e i mariti che dicono che di sentire puzza di detersivo… :-)). E che succede? Succede che io mi spruzzo questa miscela esplosiva sul corpo mentre il ventilatore mi avvolge con le sue fresche spire e…. Maròòòò!!! 🙂 Fà nù frìdd è pazz!!! 😀 😀 mi vengono i brividi solo al pensiero e già non vedo l’ora di andare a letto, stasera, a godermi il mio amico nebulizzatore del cuore!! Cavolo! Lo consiglio a tutti! Davvero! Fatelo! E’ una roba assurdamente rinfrescante! E, quasi, oserei dire, una droga perchè io non lo sposto mai dal letto, anzi… 🙂 E’ talmente rinfrescante che io continuo a spruzzarmela addosso fino a notte inoltrata e a ridere ogni volta che sento la pelle d’oca mentre sento Marco che, dall’altra parte, nel suo, di letto, dice: “Che terrona demente mi dovevo sposare…” E vabbè… 🙂 se mi devo prendere la polmonite, checcavolo, almeno me la sò goduta, no??? 😀 😀

A proposito, ecco la vignetta che mi ha inviato Marta, è una coppia di pannocchie. Lui rientra a casa dal lavoro e…. Schiantatevi pure voi, dalle risate e… accàttàtev ò nebulizzatòòòr!! 😀

pannocchie

14 pensieri riguardo “Consigli per “raffreddarsi”

  1. Dura la vita, senza aria condizionata. A Cagliari quando c’è il maestrale si sta divinamente con la finestra spalancata (ma mia moglie non dorme se c’è una sola stecca dell’avvolgibile che non è chiusa); scusa, ma quando ti addormenti, il nebulizzatore chi lo aziona? Mi sa che resto al condizionatore, pur con tutte le controindicazioni resta il meglio. Ciao Albix

    "Mi piace"

  2. marò, io non potrei dormire con l’avvolgibile chiuso… 😦 ho paura del buio e non mi vergogno a dirlo. chi lo aziona? nessuno… 🙂 sò così stanca, a un certo punto, che è già fresco per dormire 😉 e intanto, però, mi sò divertita con lo spruzzino e i brividi di freddo… 😀 😀

    "Mi piace"

  3. la vignetta è splendida…
    io sono una fautrice del giro d’aria… finestre tutte spalancate.. e credimi maestrale a cagliari ma anche la bora a ts non è da meno

    "Mi piace"

    1. Ciao Ivy! Andai a Trieste per fare l’esame di ammissione alla facoltà di interpreti parlamentari, trilioni di lune fa… 🙂 sì, la bora buttava di brutto, lo ricordo bene! 😉

      "Mi piace"

  4. Prendo nota anche se mi sembra molto profumato, non vorrei dormire in un’erboristeria e ritrovarmi lo stesso grondante di sudore durante la notte tra bergamotto, vaniglia e lavanda… Beh, Albix, ovviamente il condizionatore vince su tutto!

    "Mi piace"

    1. Naa, Peppe, dai.. 🙂 erboristeria no… più aromaterapia, provale, funziona… 🙂 qualche goccia di lavanda sul cuscino e dormi come un bambino (e fa pure rima!) 😉

      "Mi piace"

  5. a me di umidità basta e avanza quella che c’è a roma… con lo spruzzino sarebbe come metterci il carico da 11… finestre aperte? fin verso le 2 entra solo aria calda. condizionatore? la mezzamela lo tiene a temperatura bastoncino findus… che ti devo dire? ognuno c’ha le sue preferenze… io, il ventilatore da soffitto… 🙂

    "Mi piace"

  6. ciao Romala, io ultimamente uso delle gocce di olio essenziale (ero convinta che fossero gelsomino… e mio marito entra e fà: “che buon profumo di zagara!” .. e va beh.. quello che sta sull’etichetta non conta.. conta che siamo d’accordo: è un buon profumo 🙂 )

    per quello che hai scritto da me

    @romala
    sai che non ci avevo pensato? ogni volta che penso a Messner lo rivedo con la sua muta a scorazzare per mezzo mondo.. oppure a bere Purissima.. Levissima.. Hai ragione.. questa immagine fa pensare a lui. scusa l’ignoranza: cos’è la grigna? … sono un caso disperato! A presto
    ::::::::::::::::::::::::::::::

    buona settimana

    "Mi piace"

    1. Sì, fa pensare a lui 🙂 cosa è la Grigna? E’ la prima montagna che ho scalato con mio marito 🙂 sta nel lecchese e, per me che sono una fanatica del mare, è stato come scalare il Kilimangiaro, credimi! Le cose sceme che si fanno per amore… 😉

      "Mi piace"

  7. Romala…

    Mi sembra di vederti armata
    di spruzzino

    zacchete spetta eh
    una spruzzata qui

    una la…..

    L’immagine della pannocchia rende l’idea hihihi 😉

    mo qnd ti vedrò postare qlc mi verranno in mente
    i pop corn hihihi

    Ciao nè!

    "Mi piace"

  8. a me piace di più del ventilatore normale… smuove più aria ma meno velocemente. la goduria totale è dormirci proprio sotto però, oltretutto ha un vantaggio: tiene lontane le zanzare.
    casomai ti decidessi, non risparmiare e comprane uno buono… il problema è il rumore. spendi un po’, ma comprane uno veramente silenzioso, tipo i “vortice”.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...