Non leggere… è un consiglio disgustoso!

Si danno tanti consigli su tante cose in tanti blog. Io, di solito, non ne dò perchè non mi ritengo all’altezza e perchè, comunque, vengo sempre metodicamente e periodicamente smentita. 🙂 Vabbè, almeno, ci ho provato. In questo caso, però, sappi che parlo con cognizione di causa e che potevo benissimo farti la fotografia ma, a fine post, mi ringrazierai per non averlo fatto. Il consiglio è il seguente: non buttare mai via gli spazzolini da denti usati. Che schifo, dirai, neh? Beh, credimi, servono e servono eccome. Io ne ho 3 o 4 nascosti nell’armadio dei detersivi. Li uso per le occasioni importanti, sai? 😉 Tipo? Beh… Uhm.. Diciamo che ti dò qualche indizio. Quando Laura era piccola, e Marco aveva ancora voglia di sorridere anche per le sciocchezze, se si usciva a piedi e si andava a fare una passeggiata, dato che Laura era un pò monella e non ne voleva sapere di tenere la manina o a me o a Marco, lui le faceva fare un gioco: Salta la cacca. 😀 si, lo so… è drammatica la cosa eppure, nel nostro quartiere, così come, credo, in tutti i quartieri di Milano, c’è una quantità immane di escrementi canini sparsi ovunque, lungo i marciapiedi. Ce n’è così tanti che devi proprio schivarli. Soprattutto nel nostro, di quartiere, dove c’è il viale alberato e i cani ci sò così taaaanto, ma così taaaanto affezionati a ‘sti poveri alberi che si ritrovano, mattina e sera, una “corona defecatoria” intorno che non ci crederesti se te lo raccontassero. Così, manina nella mia e manina in quella di Marco, Laura saltava le cacche. Beh, nel tempo, in qualche modo siamo riusciti ad imparare a schivarle e pure lei. Mettici pure che il comune ha cercato di fare del suo meglio pulendo un pò di più, porelli. Bene, mi dirai, ma che ce frega? Ce frega, ce frega, credimi… 😉 Posso, prima di farti capire perchè ce frega, farti un’ultimo accenno alla situazione milanese? Qualche mese fa, mentre tornavo dal ristorante dove ero stata a pranzo con i miei colleghi ed avevo bevuto un pò di più, ho scattato questa fotografia.

28052010251

All’epoca la scattai, lo ammetto, perchè ero un pò brilla e perchè mi dissi che, in qualche modo, mi sarebbe potuta servire per il blog (mai intuizione fu così giusta e previdente! :-D).

Lunedì, 18 ottobre – Ore 16:45

Driiinnn “Pronto, Lala? Perchè mi chiami? Successo qualcosa a scuola? Tutto a posto?” Sospiro, silenzio… “Senti, mà, se ti dico una cosa, tu non ti arrabbiare, ok?” 😦 Ecco, quando mi dice così, già so che sò fregata. Mi aspetto l’ennesima nota, il richiamo per il comportamento “svagato” e lei dice tutto d’un fiato: “Senti, cioè, Sanduni me l’aveva detto che secondo lei non l’avevo scampata, cioè,  ma io non le ho creduto. Cioè, poi ho sentito la puzza in classe e pensavo che fosse qualcun altro. Ma nell’ora di storia, cioè, mi sò guardata sotto le Nike e ho visto che non avevo niente. Cioè, ma poi nell’ora di geografia la puzza era forte e, cioè, così ho guardato meglio… Uffiii, insomma… cioè, c’è n’è solo un pochino sul laccio ma fa una puzza, mammona… Cioè, ti sei arrabbiata?” Mò, ti dico una cosa. Per un attimo non ho capito. Davvero, credimi. Poi ho chiesto: “Scusa, Lalina, ma stiamo parlando di merda? No, perchè, sai… Io non ho mica capito che stai dicendo…” Beh, si, proprio quella era. E che sarà mai, le ho detto. Stai serena, dai. Stasera le puliamo. Serena, sì… ‘Stà grandissima mazza chiodata!! 😦 Serena un bel niente. Lei si era tolta le scarpe e le aveva sostituite, dio grazie, con quelle che si era portate dietro per ginnastica. Le aveva messe in un sacchetto e là le aveva lasciate. Io sò tornata. Ho aperto il sacchetto dicendo: “Beh, mica si sente ‘sta gran puzza, poi…” Lei concorda dicendo: “Beh, sai ce n’è solo un grammo sul laccio..” Orcu!!! 😦 😦 Un grammo???!??? Per curiosità, giro la scarpa e ci trovo appiccicato, nella migliore delle maniere, un mezzo chilo di roba marrone (te l’avevo detto che fa schifo questo post!!!) che sembrava che fosse passata la transumanza in via Capecelatro e le mucche con la gastroenterite acuta l’avessero mollata tutta là, sotto le scarpe di mia figlia!! 😦 Mi è venuto un colpo. La tentazione, lo sai, l’ho avuta, di buttare le Nike nuove di zecca; ce l’ho avuta, credimi. Mai come stasera. Però, ho pensato che i 120 euro mi erano costati giusto un bel pò di sudore e così mi sò tappata il naso e mi sò messa i guanti di plastica dell’Ikea… E’ stato in quel momento che ho pensato che fosse l’ora di chiamare in aiuto i miei ex-spazzolini da denti che, senza saperlo, sò diventati spazzolini-da-cacca che non hanno pulito con il dentifricio ma con una marea di sgrassatore di marsiglia che più bianco non si può. Ecco, questo è il mio consiglio, dunque, NON BUTTATE MAI VIA GLI SPAZZOLINI DA DENTI PERCHE’, PRIMA O POI, UNA MERDA DA RASCHIARE VIA, LA TROVATE SEMPRE. Soprattutto se vivete a Milano! 😀

2 pensieri riguardo “Non leggere… è un consiglio disgustoso!

  1. Anche se vivete a Cagliari, cara Romala, te lo assicuro. Purtroppo la malcreanza dei proprietarii di cani è equamente diffusa in tutto lo stivale; in questo, almeno, non c’è disparità; quanto agli spazzolini da denti usati, beh, sono utilissimi anche per pulire le scarpe dalle malefiche chewing gum!ciao a presto albix

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...