Beccati ‘sto cactus!!!

Ci sono due cose che mi fanno incazzare come una iena. La prima è la falsità. Non la solita falsità dello “gnè, gnè” e del “checcarinoooo” che pure quelle fanno schifo, ma si possono sopportare. A me fanno vomitare la falsità di chi ti dice una cosa davanti e ne riferisce un’altra dietro, non a te, e poi, tu, la scopri e vorresti solo schiaffare la faccia di questa persona contro un muro per farne un quadro uguale all’urlo di Munch. Odio, la falsità di chi si permette di screditarti con altri per sentirsi grande e figo. La falsità di chi, per ottenere crediti e benevolenze lecca, lecca e lecca all’infinito qualcuno che, secondo lui/lei, gli può essere utile in qualche modo, pur di sentirsi migliore di ciò che è in realtà. Esempi non ne faccio, ma non arrivano in alto, credimi. Basta solo guardarsi intorno. Solo ultimamente me ne sto accorgendo e solo ultimamente mi sto rendendo conto che non lo posso più sopportare e non mi ci posso adeguare. Devo fare sforzi immani per stare zitta e non reagire. Vorrei andarmene su un’isola deserta per non averci a che fare. Vorrei, ma non posso e nessuno potrebbe, anyway. Porgi l’altra guancia, disse il Signore. Già… Porgi l’altra guancia. Dire la verità in faccia sarebbe la cosa migliore e la cosa più giusta. Ma praticamente nessuno lo fa. Mi sono messa nei guai così tante volte, quando l’ho fatto MA NON LO RIMPIANGERO’ MAI. Parenti, amici, conoscenti, colleghi, tutti. Quanto costa essere sinceri? Quanto costa dire le cose in faccia pensando che la sincerità e la verità siano beni inestimabili? Costa un botto, credimi. Una o due persone l’hanno capita. Gli altri? Insistono con la loro falsità, maledetti loro, e io la subisco perchè altro non posso fare. Ma mi fa stare male essere come loro. Mi fa star male rispettare questo codice per nulla etico e morale al quale loro aderiscono come puzzolenti escrementi mollemente distesi sull’asfalto bollente. Quanto sarebbe meglio dirsi la verità? Non lo so. So solo che, sicuramente, ci sono dei modi e delle maniere di farlo e che, a volte, quei modi e quelle maniere sono semplici inciuci e prese per i fondelli. Porgere l’altra guancia…. Mò, non lo so se riesco a porgere l’altra guancia ma, inevitabilmente, ritorno a immaginare queste persone mentre defecano un enorme cactus pieno zeppo di spine e, nel frattempo, invoco la giustizia divina. L’altra cosa che odio è l’assunzione di meriti che non sono propri. Molte volte, in passato, mi è successo di essere vittima di una cosa del genere e non mi succedeva da un bel po’. Marò, divento una bestia. Farsi fighi con il sudore degli altri è una cosa bruttissima, cattiva e meritevole di punizioni davvero dolorose. Come si può, dico io, come si può essere così maligni? Come si può essere così infidi e lerci dentro da prendersi i meriti di altri pur di farsi vedere migliori? Nessuno mi può rispondere, lo so, e allora, pure in questo caso, ricorro all’autoterapia del mio cactus munito di aiuto divino. Non auguro niente a nessuno. Non mi auspico cose brutte per nessuno. Dico solo questo: chi si comporta così mi fa schifo e non è degno delle cose belle della vita. Se gliene frega o no, che mi faccia schifo, è irrilevante ma, fossi in loro, mi guarderei un po’ di più allo specchio, la mattina, ma sicuramente non ne hanno il coraggio. E questa, come al solito, è solo la mia opinione.cactus

4 pensieri riguardo “Beccati ‘sto cactus!!!

  1. buongiorno Romala,
    brutta giornata??? non ci badare, la falsità e la millanteria sono cromosomi che albergano in viscidi umanoidi, il loro muscolo cardiaco (chiamarlo cuore mi sembra eccessivo) è radicato nella meschinità e nella menzogna.
    il “coraggio” dei vili (passami l’ossimoro) gioca di sponda ma non va mai a punti.
    non augurare loro di cacare cactus, sono talmente masochisti che potrebbero addirittura provare piacere nel farlo.
    un caro saluto

    TADS

    "Mi piace"

  2. quando mi sento così (e capita pure a me) mi chiudo nella mia casetta

    sì, me ne sto a casa (e chi s’è visto s’è visto) e non incontro nessuno

    poi sto mille volte meglio, quando ci ripenso mi sembra passato un secolo e le cose da fare prendono il sopravvento

    ciao

    "Mi piace"

  3. Sdat,come sempre, ha ragione! 😀
    Condivido in pieno il suo commento!
    Cara Romola comprendo bene il tuo post..tanti uomini, ma anche le donne, sanno parlare e scrivere molto bene (alle spese degli altri), ma quando è il momento di affrontare si nascondono, inventano leggende metropolitane, e soprattutto colpiscono alle spalle!
    E’ risaputo che io ho sempre affrontato tante situazioni, ma c’è un limite a tutto!! Quello che penso in male e in bene l’ho sempre scritto e anche detto..!
    Io mi guardo tutti i giorni allo specchio…anche questo è risaputo:-)

    P.s ho i visitors anche a casa mia! 🙂
    Buona serata!
    Ex Khiara

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...