Sesta tappa letteraria: vieni con me nel paese oltre la nebbia…

Sotto l’ombrellone, comodamente adagiata sulla mia sdraio, leggevo questo libro. Una signora si avvicina. “Mi scusi se la disturbo, magari mi prenderà per pazza, ma vorrei sapere se quello è un e-book reader. Sa, vorrei comprarne uno ma mio marito dice che è uno spreco di soldi. Mi servirebbe per i miei manuali, i codici, le leggi; sa, sono avvocato e viaggio molto e sono un gran peso.” 🙂 Andrea, ti devi arrendere, gli e-book stanno invadendo il mondo e non ci puoi fare nulla… Sai quando senti che sai che sta per succedere qualcosa che ti darà definitivamente ragione? Beh, cosa vuoi che le abbia risposto? Che mi sono innamorata del Signor Onyx che ha pensato di fare il Boox! Ha pure chiamato il marito per farsi spiegare le caratteristiche (è un ingegnere informatico…) e lui ha preso nota, lo ha provato, mi ha fatto domande su pdf, txt, ram, scheda di memoria, alimentazione e Dio sa cos’altro. Ho risposto diligentemente e, Mr Onyx mi devi dare la percentuale, ne compreranno due! Checcedevofà? Sono una persona generosa… 😉 Il libro che stavo leggendo è: “Il meraviglioso paese oltre la nebbia” di Sachiko Kashiwaba del 1995. Mò, ti dico la verità, non so quando la Sig.ra Nonmiricordoilnome, ha iniziato a scrivere la saga di Harry Potter ma, credimi, se lo ha fatto dopo, sicuramente deve aver preso spunto da questa piccola, magica, aggraziata, delicata, raffinata opera che tale è, credo, solo perché ci voleva la sensibilità giapponese a crearla. E’ la storia di una ragazzina di 10 anni che viene mandata dal padre in vacanza, da sola, in una città molto lontana dalla loro metropoli giapponese. Lui le dice di non preoccuparsi perché ci sarà qualcuno ad aspettarla e di tenere ben stretto l’ombrello rosso che lui le ha regalato. Così, arriva nel paese oltre la nebbia, che solo in pochi possono vedere (sai Avalon? :-)). Là incontrerà delle persone magiche, dentro e fuori, che l’aiuteranno a capire tante cose di sé stessa e degli altri. E’ uno dei pochi libri che mi è spiaciuto finire. Avrei voluto continuasse per sempre. E’ così delicatamente scritto, sinteticamente efficiente nella scrittura che non spreca le parole. E’ così bello che ho deciso di farlo leggere a Laura, che tanto ama il Giappone e, magari, riuscirà a vedere oltre i suoi adorati Manga. Voto: 10 e lode.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...