Milàn…

L’è un bel Milàn… Non so se si dica così, ma va bene lo stesso. Una volta, una signora che abitava a Cambridge, mi disse che era proprio difficile sentirsi inglese, anche se viveva là da 20 anni, perché, dentro di lei, non sapeva più se era italiana o no. Si sentiva, mi disse, come se fosse né carne né pesce. Poverina. Forse per questo venni via da là dopo 10 anni che ci vivevo. Avevo bisogno di certezze. Mamma, quando le telefono, dice sempre: “Uè, zingara, dove sei?” Già… Le sembra troppo strano che sia riuscita a rimanere a Milano per così tanto. Se dovessi pensare a un posto dove andare a morire, come gli elefanti, sai, penserei a Napoli. Tutti torniamo da dove veniamo, in questo credo. Però… Però… L’altra sera stavo preparando la cena e, tra un fusillo al pesto e una mozzarella in carrozza, mi sono girata e l’ho visto. Ho chiamato Laura e siamo corse sul balcone. Lo facciamo spesso, quando succede. Lei, sai, adora Arma. Dice che è il paradiso perché c’è il mare, il sole, la pace, blah, blah, blah… Io credo che lo dica solo perché mamma non ha mai dato il meglio di sé stessa come con Laura e le rende ogni suo soggiorno come se fosse davvero il paradiso. Beh, eravamo a Milano, sul nostro balcone. Ci siamo fermate là, mano nella mano a guardarlo e io le ho detto: “Beh, non sarà il paradiso, Lala, ma ci si avvicina sicuramente, no?” Ha sorriso e mi ha stretto forte la mano. Così l’ho fotografato e, riguardandolo, ci penso. Non so dove andrò a morire, però, se potessi, sceglierei questo momento. Il momento in cui il cielo diventa rosa. Il momento in cui le luci si accendono e sembra di essere là, tra la terra e il mare, mentre tutti sono nella loro tana a prepararsi per le coccole, le parole, le risate, le cene, la gioia di ritrovarsi dopo una giornata lunga e faticosa, finalmente assieme. Il momento in cui, tutto sembra possibile perché una tale bellezza è segno che le cose stupende, a volte, le puoi trovare proprio dove non te le aspetteresti mai. Un momento dove i colori più belli si mettono assieme e fanno bella mostra di sé, riflettendo, magari, quello del tuo cuore.

07092011175

07092011176

07092011177

2 pensieri riguardo “Milàn…

  1. E mo’ ti faccio venire la nostalgia Rusinè:) Quando sto a Napoli, di sera, al tramonto, mi affaccio alla finestra. Ho la fortuna di stare in una casa dove vedi il cielo e il mare e dove i palazzi vicini sono molto molto lontani. Ecco, li’ mi incanto. Da una parte il mare e dall’altra il Vesuvio che mi pare di toccarlo. In quel momento dimentico il caos, le voci e tutto cio’ che di questa città mi infastidisce. E non son napoletana, sono sarda e i nostri paesaggi sono incantevoli ma davvero in quel tramonto mi ci perdo:)

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...