Chiedi alla gente

Qualche volta mi lascio andare. Mi lascio andare al telegiornale durante la cena. Guardare la TV durante la cena è una cosa che ho sempre aborrito, da madre, per le ovvie ragioni salutiste. Quando ero bambina, invece, papà non si perdeva un telegiornale a pranzo e a cena. Prima della TV, avevamo la radio che ci faceva compagnia. Mi vien da ridere… Qualche anno fa, quando Laura era alle elementari, mi sentii chiedere: “Mamma, ma ai tuoi tempi esisteva la televisione?!”… 🙂 Infame d’una figlia supponente quanto la madre! 🙂 Vabbè, che si può sembrare vecchi ma, che cacchio… Ad ogni modo, era il 1970, e anche se esisteva già, la televisione in casa non l’avevamo ancora. Non eravamo così ricchi… E, ripensandoci, sono sicura che fosse meglio così. E’ meglio quando non ci sono i soldi. I soldi e la religione rovinano la vita delle persone. Non c’è dubbio. Era tutto di un rituale così confortante che, a volte, mi manca dal fondo della pancia, tanto lo rimpiango. Ricordo che mamma mi faceva svuotare la bustina di idrolitina nella bottiglia di vetro che poi chiudeva velocemente e sbatteva più forte che poteva. L’ho ricomprata, recentemente, ma non ha lo stesso gusto. 😦 Poi accendeva la radio sopra la mensola che stava qualche metro sopra il tavolo. Tutti ci sedevamo a tavola composti e attendevamo il cinguettio elettronico dell’uccellino della Rai che segnalava che stava per iniziare il giornale radio. Tutti zitti, poi, ad ascoltare; che, se facevamo casino, papà ci pigliava a scurzettoni ‘ncapa. 🙂 Da lui ho preso il vizio di voler guardare il TG. Ancora ora, quando mangio da lui, è così. Però, ai figli devi insegnare che certe cose, non salutari, non si devono fare e, così, tra una tentazione del TG2 e TG3 e TG della 7 e BBC News… non si è visto. Ultimamente, però, ci sono ricascata. Ah, la droga del Tiggì! 🙂 E la notizia che mi ha colpito è stata quella del referendum in Irlanda sulle unioni gay. Fantastici che sono! Al di là risposta (che io condivido al 300%) ecco, questa è stata una mossa politicamente grandiosa. Chiedere alla gente. Tu chiedi alla gente e, la gente, ti dirà quello che vuole e se tu fai quello che vogliono avrai gente felice e felici vite in tutto il tuo paese. Renzi, dovresti leggere st’articolo… 🙂 Secondo te, l’Irlanda come è diventata ‘sto luogo pieno di aziende che ci aprono gli Head Offices, uscita fantasticamente dalla recessione e gente decisamente contenta di viverci? Perché creano situazioni mirate a farti vivere bene, che cacchio! Tu chiedi alla gente. Non dovrebbero farlo solo i politici. Idealmente, lo so, mi avvicino a ciò che dice Grillo (che non apprezzo per il poco coraggio avuto a esporsi mediaticamente, pur sapendo che non tutti vanno su internet e usano gli smartphone). Si è fottuto da solo, Grillo. Ma questa è un’altra storia. Ad ogni modo, tu chiedi alla gente e la gente ti dirà quello che è giusto fare. E sai perché i politici non chiedono alla gente? Perché temono le risposte. Ecco perché.

E questo, come al solito, lo puoi riportare nel tuo piccolo. Sai perché non chiedi a tua moglie, tuo marito, i tuoi figli, i tuoi amici, i tuoi colleghi cosa c’è che non va? Perché non vuoi sapere la risposta. Perché hai paura della risposta. Perché ti potrebbero dire che sei una persona di merda e che non ne vogliono sapere di te, ma ti sopportano. O ti potrebbero dire che sei una persona fantastica, ma non ne vogliono sapere di te, anyway e ti sopportano. O ti potrebbero dire, invece, che ti stai facendo troppe seghe mentali e che tutto va bene e che si erano solo dimenticati, ultimamente, di dirti che ti vogliono bene, e basta. E tu glielo devi ricordare e glielo devi “dare” così loro vedono come si fa e, sperandoindio, fanno lo stesso con te.

Tu chiedi alla gente.

Impara questo, Lala. Non è vero che non c’è bisogno di parole. Non è vero che le persone affiatate non hanno bisogno di parole. Ne hanno bisogno eccome. I cervelli e le anime sono troppo diverse e troppo ormonodipendenti per sapersi parlare senza parole sempre. Qualche volta, certo… Ma non sempre. Non è vero che l’amore e la stima si dimostrano con i gesti. Chi dice così è qualcuno che non sa cosa dire o come dire quello che dovrebbe dire e, sfiga vuole, poi i gesti non li fa perché non li sa “descrivere a parole nel proprio cuore”. Mi capisci? Troppo comodo dire: “il caffè che ti faccio ogni mattina è un gesto d’amore”. NO. Quello è il caffè che mi posso fare pure io. Le parole che vengono dal TUO cuore non me le posso dire io. Questa è la differenza. Chi non sa parlare con il cuore smette di parlare adducendo che tanto bastano i gesti. Tanto, non hai bisogno di parole. Sei troppo figa per parlare. Quando smetti di parlare, però, smetti pure di fare i gesti. E’ così che succede. Le parole portano ai gesti d’amore. Che ci piaccia oppure no. E se non dici parole d’amore, non farai gesti d’amore. Ho smesso di amare Marco nel preciso istante in cui ho smesso di dirglielo. E poi è stata la fine. Perché avremmo la possibilità di parlare se poi non parliamo. Quando smetti di dire che ami, smetti di amare. Lo so. E’ così. L’ho visto negli altri. L’ho vissuto io. Uno sguardo senza parole, certo, è bellissimo, di tanto in tanto perché è vero che ci si può capire al volo. Pure questo ho sperimentato. Ma tu sai quanto è faticoso connettere la propria anima e il proprio cuore alle persone senza dire una parola? Sei capace di farlo 24 ore su 24? E gli altri, hanno il canale aperto per potersi connettere a te senza parole? Ma chi siamo, noi? I marziani che non hanno bocca e comunicano telepaticamente? 🙂 I don’t think so…

La gente ha bisogno di essere rassicurata con poche ma buone domande e parole, spesso e volentieri. E tu? Come stai? Tutto ok? Ma lo sai che ti voglio bene? Uè, ma un sorriso, a me? Che ne pensi? Niente? Oh… Tu abbi il coraggio di chiedere (che ci vogliono due palle grosse come una casa) e vedrai che tutto andrà come deve andare, invece di farti sangue amaro e starai meglio. Te lo garantisco io. E, se non ti fidi di me, chissenefrega… io il consiglio te l’ho dato. 🙂

Bon, comunque, secondo me l’Irlanda è un paese fantastico. Ho detto a Laura, sentendo la notizia, che quando lei se ne andrà in Korea, io mi trasferirò a Clifden. Là voglio tornare. Quello è il mio posto. Lo so. Mi è rimasto dentro dall’anno scorso, anche se ci sono stata male fisicamente per qual cazzo di avvelenamento da pesce. Però, mi è rimasta nel sangue o, forse, sarebbe meglio dire che il mio sangue l’ha riconosciuta. Sai quando sei legata a un paese e quando la tua anima anela a ritornarci e rimanerci? Nulla di più, nulla di meno. Beh, è in questi casi che non hai bisogno di parole, darling.. 🙂 Bene, e con questi propositi di trasloco in Irlanda (che chissà mai se succederà e se non succede mi accontento pure di un paesino vicino al mare in Italia con una casetta piena delle mie piante e verdure), me ne vado a fare il bulgur con i ceci e il pesto di carote e zenzero, và… 🙂

Un pensiero riguardo “Chiedi alla gente

  1. Grande Rosa, as usual!!! Papà ascoltava tremila giornali radio! Quando in estate mi portava nel suo magico laboratorio di orologiaio, pregavo sempre che mettesse qualche canzone (a quei tempi erano in auge claudio villa, celentano, gianni morandi; quasi come oggi…) e quando c’era lo sciopero dei giornalisti lui bestemmiava “alla luna e al sole” ed io me la godevo alla grande… Che tempi… Meno male che mia figlia non vuole più andare in Korea per l’università… lei sogna Londra… ma l’idea dell’Irlanda mi sembra migliore… purchè non sia Dublinoi… pare che sia cara quanto Londra… Eh che cavolo!!!! Ma come? Fai tanto il paradiso fiscale (con tanto di sanzioni UE da Bruxelles) incrementando la dislocazione con imposte agevolate in Euro, e poi mi costi quanto gli sterlinosi sudditi di Sua Maesta la Regina????? Mah, veremo… Auguri e complimenti ancora. Albix

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...