Cose vecchie e cose vecchie che sono nuove

Laura dice che le sto sulle palle perché quando mi entusiasmo sono irrefrenabile. E le sto di più sulle palle perché mi entusiasmo profondamente e dal cuore, nonostante tutto. Nonostante la mia età, dice. Non riesce proprio a capacitarsene. Nonostante il fatto che io sia la madre e lei la figlia e dovrei essere io la palla al piede e non lei. Non sopporta il mio entusiasmo perché dice che nella vita non vede tutta ‘sta gran cosa e dato che, secondo lei, non c’è niente da entusiasmarsi perché sto sempre a dire che tutto è ‘na figata? Rispondo sempre: “magari è un disegno divino, no? magari gli dei sapevano che saresti stata un’adolescente e donna cagacazzo, lunatica-normodepressa e ti hanno fatta nascere a una mamma come me che si entusiasma per le coccinelle e il sole e gli algerini che tornano dopo 24 anni per farti tirare su il morale quando esageri, no? Non è una figata? Non è stupendo?” E mi manda a cagare… 🙂 . Vabbè, Silvana mi diceva che non era da signore dire “figata”. Per dispetto, lo dicevo mille e più volte. E se non lo posso dire per qualche “ragione di diplomazia” dico: stupendo. Ecco.

La sto aspettando. Sto parlando con Monica al telefono e la sto aspettando. Qualche settimana fa sono arrivata a casa e ho detto a Laura, che era seduta sul divano: “Lala, è successa una figata pazzesca oggi!! Una roba che non ci puoi credere!” Mi guarda male e si tira indietro. “Che hai fatto mamma?” “niente… no, in realtà non niente…” senti… guarda questa foto e dimmi se non è una figata pazzesca!!!” guarda la foto, tira su il viso e mi dice: “è una poltrona con le rotelle, mamma… vecchia… che hai fatto mamma?” sbuffo nervosamente e continuo a sorridere con la bocca slargata che si vedono pure le adenoidi “niente… no, niente no… senti, ma tu non la vedi che ci sta fighissimamente nella mia camera da letto? davanti alla scrivania? voglio dire, non vedi che è la morte sua? ha il colore di tutta la camera, no? non la vedi che io e lei staremo sempre e per sempre e sempre ancora assieme?” Si tira ancora più indietro, come se avesse capito che ho qualche strana, inguaribile malattia infettiva. “mamma, quanto l’hai pagata? dove sta?” Ohh, ecco! Bella domanda! “Pensa, Lala, sta in Inghilterra! La cercavo da decine di anni, lo sai, no? E l’ho pure messa nei 101 desideri di Igor Sibaldi e pure questo si è avverato all’ennesima potenza? Ma non è una figata? Ma ci credi? E’ vecchissima di almeno 100 anni!! ma ci credi? e sai cosa ho fatto? Ho incaricato un corriere di andarla a prendere!! ma non è una figata pazzesca?!” mi avvicino per abbracciarla e si allontana di più. Rido come una pazza. “mamma, rispondi anche all’altra domanda…” Rido e dico: “è una figata, non è vero? pensa… ci manca solo lei e poi tutta la camera è a posto. voglio dire, lei mi aspettava, capisci? solo lei su tutta Ebay!! Io e lei per sempre… ” si alza e mi fa sedere sul divano: “mamma, hai ragione, è bellissima ed è il pezzo che manca alla tua camera, ma quanto l’hai pagata?” rido, sorrido, strasorrido e rido… “Lala, me ne sono innamorata e lo so che pure lei mi ama. capisci? è una Chesterfield originale, porcamissseria! è color porpora che io non la cercavo nemmeno di un colore perché pensavo le facessero solo di pelle e costavano 700 o pure 1000 euro? capisci? Ecco, ma non è una figata? per favore, ricordati una cosa, quando muoio, mi sotterri con lei? sotterratemi in verticale con lei, per favore? capisci dove poserò il mio grasso culo da in poi quando scriverò alla mia scrivania del secolo scorso? e se mi devi cremare, per favore, mi bruci con lei? e io e lei saremo unite per sempre! ma non è una figata!?!” si alza, mi fa una carezza, ride come una matta e dice: “ci rinuncio, non voglio sapere quanto l’hai pagata. sei un’invasata” e se ne va ancora ridendo.

Ieri sera Monica rideva come una pazza perché le ho detto che ho preparato la camera per “lei” e ho parlato con tutti i mobili raccomandandomi di fare i bravi e accoglierla bene. Ho pulito bene ovunque, ho cambiato pure l’allestimento della macchina da cucire a pedali e ho detto ai comodini (che io lo so che sono loro, quelli ostici e stronzetti; perché in coppia si è più stronzi che da soli; che da soli il coraggio ci manca, a volte, per fare i cattivi, e ci vogliono gli alleati stronzi e cattivi come noi per renderci forti, lo sappiamo; e ne so qualcosa io, di gente che si mette assieme per far del male agli altri. Ma non mi preoccupo. Tanto gli torna tutto indietro, credimi, pezzo per pezzo. Io sto qua ad aspettare. Ne ho visti tanti passare, passeranno pure loro): “ragazzi, domani arriva una nuova.” Passavo il Pronto con dolcezza sulle scanalature del legno che tiene il piano di marmo del comodino vecchio di mia suocera e ho continuato: “vedete di fare poco le merdette e trattatela bene. viene da lontano, è vecchia più o meno come voi, ma è nuova di qua e non parla la lingua. anzi….” mi giro verso il quadro che trovai a 10 euro e che ha una storia incredibile pure lui e gli dico: “lo so che pure tu vieni da là. per favore, fai tu da traduttore se ha bisogno? Mi raccomando, neh? Che se la fate star male vi faccio infestare tutti dai tarli giapponesi delle palme.” E me ne vado via più contenta di una Pasqua.

E ora, sono con Monica al telefono e glielo sbatto praticamente giù mentre il corriere mi dice che è sotto casa. Sono eccitatissima. Scendo di corsa giù per le scale. La vedo fuori, sul marciapiede e mi dico: “sei tu, sei tu, sei tu…” E lo so che pure lei ha provato la stessa cosa. Ringrazio il corriere che profuma di Djamel 24 anni fa, quando metteva Drakkar Noir. E la porto su, a casa “nostra”. Le parlo in inglese. La accarezzo tutta e la tranquillizzo. E poi… Ah… a proposito, ho pagato pochissimo, così tanto poco che pensavo fosse uno scherzo. Ma non lo è. Non è una figata?! 🙂

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...