Voglio un uomo…

che ridendo mi dica “va bene così”
perché meglio, per noi, non ce n’è
 
che mi stringa più forte che posso
quando il mondo là fuori è un gran cesso
 
che mi parli senza parole
perché a noi basta solo guardare
 
che profumi di buono e di fresco
e se suda va bene lo stesso
 
se è sudor che profuma d’amplesso
sì dolce e ricercato abisso
 
che ripari ed assesti le cose
materiali sì, ma anche amorose
 
che m’insegni le cose ignorate
quando a casa passiam le serate
 
che cammini con me sulla spiaggia
quando il mondo degli altri già albeggia
 
che non sia presidente o sceicco
ma che “DENTRO” sia l’uomo più ricco
 
che abbia solo quel grande coraggio
di poterlo mostrare nel peggio
 
che non sia quel gran figo d’attore
ma che sappia che cos’è l’amore.
 
(Rosa Parrella – 7.7.2013 )

Poesia… poesia…

A me le poesie, a volte, vengono meglio in inglese… che ci posso fà? 😦

At last

Wandering shadows

through the misty light

finally meet

from a long way.

Melting hands,

searching gazes,

breathless sighs,

thundering hearts.

Peace at last

and everything fits.

So, so, so…

overwhelmingly mine…

…and, now, I can die.

(Rosa, 16.05.2012)